Download Freewww.bigtheme.net/joomla Joomla Templates Responsive
Il mutamento della giurisprudenza non basta per la revoca dell’assegno divorzile

Il mutamento della giurisprudenza non basta per la revoca dell’assegno divorzile

In tema di revisione dell’assegno divorzile, ai sensi dell’art. 9 della legge n. 898 del 1970, il mutamento sopravvenuto delle condizioni patrimoniali delle parti attiene agli elementi di fatto e rappresenta il presupposto necessario che deve essere accertato dal giudice perché possa procedersi al giudizio di revisione dell’assegno, da rendersi, poi, in applicazione dei principi […]

Niente assegno all’ex moglie se convive con un altro

Niente assegno all’ex moglie se convive con un altro

Qualora vengano giudizialmente accertati i connotati di stabilità e continuità della convivenza more uxorio tra l’ex moglie e il suo nuovo compagno tali da integrare la cd. famiglia di fatto, il giudice deve revocare l’assegno divorzile a favore della donna. La Suprema Corte, con ordinanza n. 22604 depositata in data 16.10.2020, ha stabilito questo principio […]

La ex lavora in nero? Escluso l’assegno

La ex lavora in nero? Escluso l’assegno

La Corte di Cassazione con una recente ordinanza ha messo in chiaro che lo svolgimento di un lavoro irregolare e saltuario non giustifica necessariamente il riconoscimento di un contributo a favore del coniuge richiedente. Nel caso di specie il Tribunale di Rovigo e la Corte d’Appello di Venezia avevano riconosciuto ad una ex moglie un […]

Assegno divorzio: verifica fiscale all’ex che lavora in “nero”

Assegno divorzio: verifica fiscale all’ex che lavora in “nero”

Il giudice non può tagliare l’assegno di divorzio in favore della moglie senza disporre, attraverso la polizia tributaria, verifiche sul patrimonio sull’ex marito, che pubblicizza sul suo biglietto da visita un’attività imprenditoriale non dichiarata. Nel caso di specie, l’ex marito, che in primo grado si era visto condannare al pagamento di un assegno divorzile in […]

Peggioramento delle condizioni di salute dell’ex moglie: riconosciuto il suo diritto all’assegno divorzile

Peggioramento delle condizioni di salute dell’ex moglie: riconosciuto il suo diritto all’assegno divorzile

Il peggioramento dello stato di salute della moglie ha un’evidente ripercussione sulle sue potenzialità lavorative e legittima, di conseguenza, la richiesta di ottenere dal marito l’assegno divorzile, seppur minimo, rivedendo le condizioni fissate all’epoca dello scioglimento del matrimonio. Secondo la Cassazione, laddove venga posta in evidenza «l’esistenza di circostanze sopravvenute giustificanti un diverso assetto economico […]

Divorzio: eliminato l’assegno per l’ex che convive con altra persona

Divorzio: eliminato l’assegno per l’ex che convive con altra persona

Se il coniuge divorziato instaura una nuova famiglia, ancorché di fatto, viene meno definitivamente ogni presupposto per il riconoscimento dell’assegno divorzile a carico dell’altro coniuge, sicché il relativo diritto non entra in stato di quiescenza, bensì viene definitivamente escluso. La sentenza 21 luglio 2017 n. 18111 della Suprema Corte conferma un orientamento che si sta […]

Il Tribunale di Udine contro la Corte di Cassazione in difesa del tenore di vita

Il Tribunale di Udine contro la Corte di Cassazione in difesa del tenore di vita

Con la sentenza 01.06.2017 il Tribunale di Udine si oppone ai principi statuiti recentemente dalla Cassazione in merito all’assegno divorzile (Rivoluzione in Cassazione: per l’assegno di divorzio non conta più il tenore di vita goduto durante il matrimonio!; Si riaprono i giudizi in materia di assegno divorzile) e torna a ribadire l’importanza del tenore di vita goduto […]

Anche il Tribunale di Milano abbandona il criterio del tenore di vita per determinare il diritto all’assegno divorzile

Anche il Tribunale di Milano abbandona il criterio del tenore di vita per determinare il diritto all’assegno divorzile

Il Tribunale di Milano conferma l’adeguamento al nuovo orientamento della Cassazione che considera non più attuale né applicabile al nuovo contesto sociale e legislativo, il parametro del “tenore di vita” per individuare il diritto dell’ex coniuge richiedente l’assegno divorzile. Al fine di valutare l’an debeatur bisogna quindi aver riguardo al parametro dell’indipendenza economica. Rileva il […]

Si riaprono i giudizi in materia di assegno divorzile.

Si riaprono i giudizi in materia di assegno divorzile.

La Suprema Corte, con la sentenza n. 15481 del 22.06.2017 ribadisce che nell’accertare il diritto all’assegno divorzile non si deve più considerare quale sia stato il tenore di vita dei coniugi durante il matrimonio, poiché il criterio a cui aver riguardo è quello relativo all’indipendenza economica del richiedente, desunta dai principali indici: possesso di redditi; […]