Download Freewww.bigtheme.net/joomla Joomla Templates Responsive
Fallimento: anche l’ex amministratore può proporre reclamo contro la sentenza di fallimento

Fallimento: anche l’ex amministratore può proporre reclamo contro la sentenza di fallimento

Anche all’amministratore di società di capitali già cessato dalla carica spetta la legittimazione a proporre reclamo avverso la sentenza di fallimento, trattandosi di mezzo impugnatorio volto a rimuovere gli effetti negativi, morali e patrimoniali, che possono derivare, anche indirettamente, dalla suddetta pronuncia. La Corte di Cassazione si è così pronunciata su ricorso dell’ex amministratore che […]

Fallimento: la consultazione del fascicolo è subordinata a motivata istanza

Fallimento: la consultazione del fascicolo è subordinata a motivata istanza

Il necessario contemperamento delle esigenze di riservatezza della procedura concorsuale con le esigenze difensive dei soggetti coinvolti nello svolgimento della procedura porta ad escludere una libera consultazione del fascicolo fallimentare, la quale dovrà essere pertanto subordinata ad una specifica motivata istanza da parte dell’interessato. Lo ha affermato la Suprema Corte, dopo che il Tribunale di […]

Il concordato è in continuità anche se c’è affitto di azienda

Il concordato è in continuità anche se c’è affitto di azienda

Anche nel caso in cui il piano di concordato preveda l’affitto dell’azienda, il concordato stesso può essere qualificato in continuità aziendale E’quanto precisato dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 29742/18, depositata il 19 novembre scorso. Nel caso all’attenzione, il Tribunale di Firenze aveva dichiarato il fallimento di una società a responsabilità limitata dopo […]

Revocatoria ordinaria: il terzo deve conoscere i debiti ulteriori del suo dante causa

Revocatoria ordinaria: il terzo deve conoscere i debiti ulteriori del suo dante causa

Con l’ordinanza n. 23326/18 depositata nei giorni scorsi, la Cassazione è tornata ad esprimersi in merito ai requisiti dell’azione revocatoria ordinaria, ribadendo che, nei casi in cui l’atto di disposizione sia successivo al sorgere del credito, presupposto per l’esercizio dell’azione revocatoria ordinaria è la conoscenza da parte del debitore del pregiudizio delle ragioni creditorie, nonché, […]

La donazione fatta dall’imprenditore in pregiudizio ai creditori è revocabile

La donazione fatta dall’imprenditore in pregiudizio ai creditori è revocabile

Ai fini della revoca di una donazione fatta ai figli da parte dell’imprenditore-debitore è sufficiente la consapevolezza da parte di quest’ultimo del pregiudizio in concreto arrecato alla ragioni del creditore, a prescindere dalla dimostrazione dell’intenzione del donante di nuocere il creditore. È quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con una recentissima ordinanza, qui sotto allegata, […]

È onere dell’imprenditore depositare documentazione comprovante l’esclusione della fallibilità

È onere dell’imprenditore depositare documentazione comprovante l’esclusione della fallibilità

In sede di istruttoria prefallimentare l’imprenditore è onerato della prova del non superamento dei limiti dimensionali che escludono la fallibilità dell’impresa; l’omesso deposito dunque della relativa documentazione si risolve in un danno dell’imprenditore medesimo. La Suprema Corte, con l’ordinanza n. 25188 del 2 ottobre 2017, qui sotto allegata, ha rigettato il ricorso di un imprenditore […]

Il fallito riabilitato può chiedere i danni al curatore

Il fallito riabilitato può chiedere i danni al curatore

Il fallito che si ritiene danneggiato dall’attività del curatore durante la procedura fallimentare, non può, dopo essere tornato nel pieno della sua capacità, pretendere di rimettere in discussione l’attività di riparto dell’attivo conclusa da anni La Cassazione ha recentemente espresso tale principio in una controversia che traeva origine nel corso del fallimento di una impresa […]

Fallimento: nell’azione di responsabilità dell’amministratore il danno è quantificabile in via equitativa

Fallimento: nell’azione di responsabilità dell’amministratore il danno è quantificabile in via equitativa

Nell’azione di responsabilità promossa dal Curatore a norma dell’art. 146, comma 2, l.fall. nei confronti dell’amministratore, il giudice può ricorrere alla liquidazione equitativa del danno, nella misura corrispondente alla differenza tra il passivo accertato e l’attivo liquidato in sede fallimentare, qualora il ricorso a tale parametro si palesi, in ragione delle circostanze del caso concreto, […]

Fallimento: c’è insolvenza anche con un solo inadempimento ingente

Fallimento: c’è insolvenza anche con un solo inadempimento ingente

Lo stato di insolvenza di una società ai fini della dichiarazione di fallimento si sostanzia in una valutazione complessiva di uno stato di impotenza patrimoniale che può essere determinato anche da un solo debito ingente idoneo a palesare l’incapacità dell’impresa a rendere stabile la propria struttura finanziaria. È quanto stabilito dalla Corte di Cassazione nel […]

Accordi di ristrutturazione ex art. 182-bis L.F.: il credito del professionista è prededucibile

Accordi di ristrutturazione ex art. 182-bis L.F.: il credito del professionista è prededucibile

Il credito vantato da un professionista per l’attività prestata al fine di ottenere l’omologazione di un accordo di ristrutturazione ex art. 182-bis, l. fall. è prededucibile qualora, successivamente all’omologa dell’accordo, consegua il fallimento. Lo ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 1182/18 depositata il 18 gennaio scorso. Il caso esaminato originava dall’impugnazione […]