Download Freewww.bigtheme.net/joomla Joomla Templates Responsive
Il fallito riabilitato può chiedere i danni al curatore

Il fallito riabilitato può chiedere i danni al curatore

Il fallito che si ritiene danneggiato dall’attività del curatore durante la procedura fallimentare, non può, dopo essere tornato nel pieno della sua capacità, pretendere di rimettere in discussione l’attività di riparto dell’attivo conclusa da anni La Cassazione ha recentemente espresso tale principio in una controversia che traeva origine nel corso del fallimento di una impresa […]

Fallimento: nell’azione di responsabilità dell’amministratore il danno è quantificabile in via equitativa

Fallimento: nell’azione di responsabilità dell’amministratore il danno è quantificabile in via equitativa

Nell’azione di responsabilità promossa dal Curatore a norma dell’art. 146, comma 2, l.fall. nei confronti dell’amministratore, il giudice può ricorrere alla liquidazione equitativa del danno, nella misura corrispondente alla differenza tra il passivo accertato e l’attivo liquidato in sede fallimentare, qualora il ricorso a tale parametro si palesi, in ragione delle circostanze del caso concreto, […]

Fallimento: c’è insolvenza anche con un solo inadempimento ingente

Fallimento: c’è insolvenza anche con un solo inadempimento ingente

Lo stato di insolvenza di una società ai fini della dichiarazione di fallimento si sostanzia in una valutazione complessiva di uno stato di impotenza patrimoniale che può essere determinato anche da un solo debito ingente idoneo a palesare l’incapacità dell’impresa a rendere stabile la propria struttura finanziaria. È quanto stabilito dalla Corte di Cassazione nel […]

Accordi di ristrutturazione ex art. 182-bis L.F.: il credito del professionista è prededucibile

Accordi di ristrutturazione ex art. 182-bis L.F.: il credito del professionista è prededucibile

Il credito vantato da un professionista per l’attività prestata al fine di ottenere l’omologazione di un accordo di ristrutturazione ex art. 182-bis, l. fall. è prededucibile qualora, successivamente all’omologa dell’accordo, consegua il fallimento. Lo ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 1182/18 depositata il 18 gennaio scorso. Il caso esaminato originava dall’impugnazione […]

Fallimento: ammissibile se c’è inadempimento del concordato preventivo

Fallimento: ammissibile se c’è inadempimento del concordato preventivo

È ammissibile la dichiarazione di fallimento di una società in concordato preventivo omologato ove si consideri l’inadempimento di debiti già sussistenti alla data della domanda di concordato e modificati con detta omologazione, dovendo, tuttavia, il giudice verificare al momento della decisione se sussistono i presupposti di insolvenza per la dichiarazione di fallimento. Con l’ordinanza del […]

Il fallimento si estende ai soci di fatto anche nelle s.r.l.

Il fallimento si estende ai soci di fatto anche nelle s.r.l.

La società di capitali è equiparata all’impresa individuale ai fini dell’estensibilità del fallimento agli eventuali soci di fatto: lo ha stabilito con la recente sentenza n. 255/2017 la Corte Costituzionale. Nel corso di una procedura fallimentare di una società a responsabilità limitata è stata sollevata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 147, comma 5, della […]

Fallimento: prededuzione al compenso del professionista per l’attività funzionale alla domanda di concordato

Fallimento: prededuzione al compenso del professionista per l’attività funzionale alla domanda di concordato

In caso di consecuzione tra la procedura di concordato preventivo e quella fallimentare, i crediti del professionista che assiste il debitore in vista della presentazione della domanda di concordato preventivo vanno collocati in prededuzione. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione in una fattispecie nella quale due professionisti (un avvocato ed un commercialista), avevano proposto […]

Revocatoria della cessione di credito

Revocatoria della cessione di credito

La cessione di credito, se effettuata in funzione solutoria di un debito scaduto ed esigibile, si caratterizza come anomala rispetto al pagamento effettuato in danaro od altri titoli di credito equivalenti. In tale caso infatti il processo satisfattorio non è usuale a quanto avviene nelle ordinarie transizioni commerciali. Per tale ragione la cessione di credito […]